La tua vagina ha bisogno di terapia fisica?

“Allora … mi stai scrivendo una ricetta per l’orgasmo?” L’ho detto scetticamente al mio chirurgo quando mi ha consegnato questo piccolo pezzo di carta. Ha riso. “No. Ti scrivo una ricetta per il trattamento del pavimento pelvico. ” Non mi rendevo conto che la mia vagina aveva bisogno di essere curata.

Ero solo l’altro giorno dopo quello che è stato il mio quinto intervento chirurgico addominale maggiore per l’endometriosi, una condizione che comporta l’impianto di tessuto uterino (e spesso prolasso, che causa tessuto cicatriziale e dolore) al di fuori dell’utero. Questo chirurgo era qualcuno che avevo viaggiato per migliaia di miglia; un esperto nel suo campo e la persona che alla fine mi ha ridato la vita.

Per tre anni ho dovuto affrontare livelli crescenti di dolore lancinante. L’endometriosi ha rovinato la mia vita sessuale, mi ha reso costantemente assente dal lavoro e mi ha reso impossibile godermi di tutto, da una serata di vino con gli amici a una bella giornata di escursioni.

Ma mi è stato promesso che questa operazione cambierà tutto questo. Dopo sei ore di tecniche di rimozione altamente specializzate, mi sono svegliato con la sensazione di essere stato investito da un autobus, ma speravo per il futuro. Solo ora il mio chirurgo mi ha detto che avevo bisogno di qualcos’altro.

“Hai sofferto per tre anni”, ha spiegato. “I muscoli della tua vagina funzionano proprio come i muscoli in altre parti del tuo corpo; questa forte spremitura li faceva spasmi al minimo tocco. Continuerai a provare dolore finché non lo supererai. “

Sentiva che la risposta era la terapia del pavimento pelvico.

Secondo la Chicago Medical University, quasi il 25% delle donne soffre di malattie del pavimento pelvico, non solo la nostra con endometriosi. Anche il parto può essere problematico, sebbene di solito sia l’opposto di quello che ho affrontato. Nonostante soffrissi di forti contrazioni muscolari e spasmi, il parto può indebolire quei muscoli, portando a sintomi divertenti come l’incontinenza urinaria e fecale. Il trattamento del pavimento pelvico può aiutare in entrambi i casi.

Come mi ha spiegato il mio medico, la terapia del pavimento pelvico funziona come la fisioterapia per qualsiasi altro muscolo del corpo. A volte ci si aspetta che faccia esercizi diversi e talvolta il mio terapista manipola questi muscoli e mi obbedisce.

Sono andata al mio primo appuntamento con ansia, completamente insicura di cosa aspettarmi. Ed era un po ‘preoccupato che il mio terapista mi avrebbe costretto a spogliarmi immediatamente.

Non l’ha fatto. In effetti, non mi sono spogliata affatto quella prima volta. Mi ha fatto molte domande e mi ha fatto camminare nello spazio. Mi ha chiesto di stare su una gamba e di fare alcuni altri movimenti per aiutarla a vedere come funzionava il mio corpo. Un pavimento pelvico danneggiato può influenzare tutto il resto, ha detto. Poi mi ha dato degli esercizi da fare a casa e mi ha mandato in viaggio.

Questo è stato il secondo incontro in cui le cose si sono fatte interessanti.

Quel giorno, ha schierato un piccolo aggeggio che sembrava sospettosamente un proiettile vibrante. Solo questo aveva un accordo che usciva dal basso ed era collegato al computer.

“Faremo un piccolo gioco”, ha detto. “Tra un secondo lascio la stanza e tu ti metti un vestito. Allora voglio che tu lo metta nel profondo di te stesso come preferisci. Quando tornerò, controlleremo i tuoi muscoli vaginali. “

La fissai senza capire.

“Andrà tutto bene, lo prometto”, ha detto prima di lasciare la stanza.

Aveva ragione, andava tutto bene. Il “gioco” che abbiamo giocato è stato quello di guardare un piccolo punto muoversi sullo schermo del computer. Ogni volta che questo punto appariva sullo schermo su linee diverse, dovevo essere un kegel.

Abbastanza semplice, giusto?

Infine, ha presentato un foglio di lavoro che quantificava la forza delle mie contrazioni muscolari durante il gioco. Ha confrontato i miei voti con quelli che sarebbero considerati “normali”.

Il mio livello di riposo era superiore al Kegel più forte su un grafico “normale”.

“Quindi mi stai dicendo che ho la vagina più forte del mondo?” Stavo scherzando. Ma si scopre che le vagine forti sono un problema quando non riesci a farle smettere di mostrare la loro forza. Soprattutto quando smettono di consentire la penetrazione di qualsiasi tipo.

Per le successive 12 settimane, ho reinserito questo piccolo proiettile nella mia vagina alla fine di ogni sessione. Il nostro obiettivo era portare il mio livello di riposo a un livello normale e incontrollato e porre fine alle mie contrazioni muscolari.

Finalmente ce l’abbiamo fatta. E per la prima volta da anni, il sesso non è stato doloroso.

Consiglierei la terapia del pavimento pelvico a chiunque abbia problemi al pavimento pelvico. Il mio imbarazzo e il mio disagio iniziali non erano nulla in confronto al sollievo di ritrovare un senso di controllo sui muscoli che stanno facendo così tanto.

Hai avuto rapporti sessuali dolorosi, perdite dalla vescica o altri problemi al pavimento pelvico? Cosa ha funzionato per te? Condividi nella sezione commenti.