Mantieni la tua pelle al sicuro

Ovviamente una delle parti migliori dell’estate è assorbire tutti i raggi del sole.

Ma come il tuo segnale acustico costante, mi prendo una pausa dall’esortarti ad andare dal tuo ginecologo per ricordarti di non dimenticare la tua pelle durante tutto il tuo divertimento estivo.

Il cancro della pelle è il tumore più comune negli Stati Uniti: secondo l’American Cancer Research Association, anche una sola scottatura solare aumenta significativamente la probabilità di sviluppare il melanoma. A parte le statistiche spaventose, ciò non significa che non puoi intraprendere alcuna azione per proteggere la tua pelle.

Mantieni la pelle fresca

Copri la tua pelle. Ovvio? Sì. Efficace? Anche sì. Indossare un cappello, occhiali da sole e indumenti leggeri durante le passeggiate estive limita l’esposizione diretta al sole, mantenendo la pelle al sicuro. Questo non significa rinunciare alla crema solare!

Leggi l’etichetta. Quando acquisti la crema solare, dai una rapida occhiata alla bottiglia. Se possibile, scegli una lozione ad ampio spettro con almeno un SPF di 30 (qualsiasi cosa sotto non proteggerà efficacemente la tua pelle). Devi anche riapplicare come indicato e soprattutto dopo il nuoto.

Controlla l’ora. Secondo l’American Cancer Society, i raggi ultravioletti del sole sono più forti tra le 10:00 e le 16:00, quindi pianifica di conseguenza o sii particolarmente attento a proteggere la tua pelle durante questo periodo di tempo.

Come affrontare le scottature

Ti piacerebbe riapplicare dopo aver nuotato? La pelle si brucia facilmente? Hai immediatamente ignorato tutti i consigli che ti ho appena dato? Sospiro. Succede!

La scottatura solare potrebbe non sembrare un grosso problema dato che accade sempre, ma tecnicamente è ancora una bruciatura. Se la tua pelle presenta vesciche, significa che hai un’ustione di secondo grado che suona intensa (perché lo è)! In ogni caso, la tua pelle arida avrà solo bisogno di un po ‘di TLC. Ecco alcuni suggerimenti per un recupero rapido (per lo più) indolore.

Umidificazione. È probabile che tu abbia già familiarità con gli effetti lenitivi del gel di aloe vera sulla pelle irritata, ma qualsiasi lozione con aloe o soia ti aiuterà. Assicurati di evitare tutto ciò che contiene benzocaina, lidocaina o olio: il tuo istinto potrebbe essere quello di intorpidire, ma non vuoi irritare la pelle o intrappolare il calore al di sotto.

Raffredda la tua pelle. Potresti aver notato che la tua pelle è calda al tatto e bagni e impacchi freddi ti aiuteranno a rimuovere parte del calore. Finché non ti senti un po ‘meglio, evita le docce calde. (Suggerimento utile: applicare una crema idratante mentre la pelle è ancora umida consente ai nutrienti di essere assorbiti meglio!) L’assunzione di un farmaco antinfiammatorio da banco come l’ibuprofene dovrebbe anche aiutare con il gonfiore.

Soda. Ogni volta che sei al sole, soprattutto se sudi molto, dovresti sempre bere più acqua del solito. Ma soprattutto se la tua pelle è danneggiata o squamosa, l’idratazione è un buon modo per idratare la pelle (e incoraggiarla a guarire più velocemente) dall’interno verso l’esterno.

Ripeto: copriti la pelle. Per quanto tu voglia correre all’aperto, non dovresti esporre la pelle bruciata a più sole. Assicurati di applicare il tuo SPF, mantieni la pelle interessata se possibile e, se tutto il resto fallisce, resta all’ombra! Molto probabilmente, stare seduti al sole sarà ancora scomodo e ora è probabilmente il momento di ascoltare il tuo corpo.